Welcome, visitor!

Robert E. Howard – Tutti I Cicli Fantastici

howardcover

Profilate contro un panorama fantastico, ma con i contorni ben pre­cisi come le figurine di un ciclopico Arazzo di Bayeux letterario, nel­l’opera di Robert Ervin Howard trascorrono le immagini di barbari e guerrieri, re e paria, stregoni e creature del male, mostri vomitati da insondabili abissi e oscure divinità nutrite di sangue. Il mondo in cui si muovono non ha radici né nel passato né nel futuro: il loro palcosce­nico si colloca in un tempo metastorico in cui valgono regole diverse da quelle cui siamo abituati, si agitano drammi spesso incomprensibi­li, agiscono forze svanite dall’orizzonte del mondo moderno, ma della cui potenza un’eco è ancora conservata nei simboli e nei miti.
Di fronte a questa vigorosa narrativa, dal fascino strano e coinvolgen­te, non è cancellabile un senso di sottile inquietudine, un istintivo disa­gio: come se un velo di estraneità si ponesse fra noi é le fantasmagori­che avventure dei possenti eroi che Howard anima con straordinaria immediatezza stilistica. Non è l’ovvio distacco che separa il comune lettore d’oggi dalle fosche vicende di eroi leggendari vissuti in ere barba­riche. È qualcosa di più profondo, legato alle radici stesse del genere letterario di cui Howard fu uno dei massimi esponenti: la Fantasia Eroica.

La nostra edizione comprende soltanto i racconti che Howard portò a termine compiutamente, in versione definitiva. Ne sono esclusi quindi i «frammenti» com­pletati da altri autori dopo la sua morte, i testi scritti da altri sulla base di sunti, trame e «scalette» da lui lasciate, e a maggior ragione le storie basate su suoi personaggi ma scritte interamente da suoi – in genere immeritevoli – epigoni.
Soltanto in parte i racconti di Howard trovarono la via della stampa (normalmen­te su Weird Tales) durante la vita dell’autore. In questa bibliografia, i testi postumi sono indicati esplicitamente: con questa dizione si intendono quelli non inviati direttamente da Howard alle riviste specializzate, ma reperiti fra le sue carte o in giacenza presso gli agenti letterari di cui si serviva.
Le poche eccezioni rispetto ai criteri specificati sono esplicitate con note apposite.

CICLO DI CONAN IL BARBARO

«The Phoenix on the Sword», in Weird Tales, dicembre 1932.
«The Scarlet Citadel», in Weird Tales, gennaio 1933.
«The Tower of the Elephant», in Weird Tales, marzo 1933.
«Black Colossus», in Weird Tales, giu­gno 1933.
«The Slithering Shadow», in Weird Ta­les, settembre 1933.
«The Pool of the Black One», in Weird Tales, ottobre 1933.
«Rogues in the House», in Weird Tales, gennaio 1934.
«Shadows in the Moonlight», in Weird Tales, aprile 1934.
«The Queen of the Black Coast», in Weird Tales, maggio 1934.
«The Devil in Iron», in Weird Tales, agosto 1934.
«The People of the Black Circle», in Weird Tales, settembre/ottobre/no­vembre 1934.
«A Witch Shall Be Born», in Weird Ta­les, dicembre 1934.
«The Jewels of Gwahlur», in Weird Ta­les, marzo 1935.
«Beyond the Black River», in Weird Ta­les, maggio/giugno 1935.
«Shadows in Zamboula», in Weird Ta­les, novembre 1935.
«The Hour of the Dragon», in Weird Tales, dal dicembre 1935 all’aprile 1936. Noto anche col titolo «Conan the Conqueror».
«Red Nails», in Weird Tales, luglio/ago­sto/settembre 1936.

Storie postume:

«The God in the Bowl», in Space Scien­ce Fiction, settembre 1952.
«The Treasure of Tranicos», in Fantasy Magazine, marzo 1953, col titolo The Black Stranger. È una versione ritocca­ta; quella originale apparirà nel volu­me Conan the Usurper, Lancer 1967.
«The Frost Giant’s Daughter», in Fan­tasy Fan, marzo 1934, col titolo «Gods of the North». La rivista in questione era un periodico amatoriale, edito in poche decine di copie. La prima pub­blicazione professionale del racconto sarà in Fantasy Fiction, agosto 1953.
«The Vale of Lost Women», in The Magazine of Horror, primavera 1967.
«The Hall of the Dead», nel volume Conan!, Lancer 1968.

CICLO DI SOLOMON KANE

«Red Shadows», in Weird Tales, agosto 1928.
«Skulls in the Stars», in Weird Tales, gennaio 1929.
«Rattle of Bones», in Weird Tales, giu­gno 1929.
«The Moon of Skulls», in Weird Tales, giugno/luglio 1930.
«The Hills of the Dead», in Weird Ta­les, agosto 1930.
«The Footfalls Within», in Weird Tales, settembre 1931.
«Wings in the Night», in Weird Tales, luglio 1932.

Testi postumi:

«Death’s Black Riders», nel volume REH: Lone Star Fictioneer, 1967.
«The Castle of the Devil», nel volume Red Shadows, 1968.
«The One Black Stain», in The Howard Collector, 1962. Poesia.
«Blades of the Brotherhood», nel volu­me Red Shadows, 1968. Una versione di questo racconto, totalmente riscrit­ta da John Pocsik, era già apparsa nel­l’antologia Over the Edge, 1964, col ti­tolo The Blue Flame of Vengeance.
«Hawk of Basti», nel volume Red Sha­dows, 1968.
«The Return of Sir Richard Grenville», nel volume Red Shadows, 1968. Poe­sia.
«The Children of Asshur», nel volume Red Shadows, 1968.
«Solomon Kane’s Homecoming», in Fanciful Tales of Space and Time, au­tunno 1936.

CICLO DI KULL DI VALUSIA

«The Shadow Kingdom», in Weird Ta­les, agosto 1929.
«The Mirrors of Tuzun Thune», in Weird Tales, settembre 1929.
«Kings of the Night», in Weird Tales, novembre 1930. Kull vi compare come personaggio secondario, che porta soc­corso, sotto forma di statua animata, al suo discendente Bran Mak Morn, effettivo protagonista del racconto.
«The King and the Oak», in Weird Ta­les, febbraio 1939. Poesia.

Storie postume:

«Exile of Atlantis»
«Delcarde’s Cat»
«The Skull of Silence»
«By this Axe I Rule!»
«Swords of the Purple Kingdom»
«The Altar and the Scorpion»
(Tutti apparsi nel volume King Kull, Lancer 1967).

CICLO CELTA

«The Cairn on the Headland», in Weird Tales, gennaio 1933.
«Worms of the Earth», in Weird Tales, novembre 1932.
«Kings of the Night», in Weird Tales, novembre 1930.
«The Dark Man», in Weird Tales, di­cembre 1931.
«The Gods of Bal-Sagoth», in Weird Tales, ottobre 1931.

Storie postume:

«The Tempie of Abomination», in The Tigers of the Sea, febbraio 1974.
«The Grey God Passes», in Dark Mind, Dark Hearth, agosto 1972.

CICLO DI JAMES ALLISON

«Children of the Night», in Weird Tales, aprile/maggio 1931.
«The Garden of Fear», in Fantasy Publications, gennaio 1934.
«The Valley of the Worm», in Weird Tales, febbraio 1934.

CICLO DI CTHULHU

«The Black Stone», in Weird Tales, no­vembre 1931.
«The Thing on the Roof», in Weird Ta­les, febbraio 1932.
«Dig Me no Grave», in Weird Tales, febbraio 1935.
«The Fire of Assurbanipal», in Weird Tales, dicembre 1936.

CICLO DI KIRBY BUCKNER

«Black Canaan», in Weird Tales, giugno 1936.
«Pigeons from Hell», in Weird Tales, marzo 1938.

Storia postuma:

«Scarlet Tears», in Weird Tales, marzo 1972.

CICLO DI FACCIA DI TESCHIO

«Skull Face», in Weird Tales, ottobre 1929.

Robert E. Howard – Tutti I Cicli Fantastici

[box type=”error” bg=”yellow”]I link sono visibili solo dopo il login
[/box]

>> > Link: Robert E. Howard – Tutti I Cicli Fantastici < <<
Related Posts
Leave a reply